Salerno

La provincia piu' grande d'Italia, un territo vasto, 220 km di costa che racchiude in se le sintesi di ogni singola bellezza Campana, Mare , Arte ,  Natura , Enogastronomia, tradizioni e Cultura.
La parte a nord del capoluogo, meno estesa, si divide nella fascia della Costiera Amalfitana ( la costa meridionale della penisola sorrentina, patrimonio UNESCO) e nel retrostante agro nocerino-sarnese, fertilizzato dalle ceneri vesuviane ed irrigato dal fiume Sarno.
Proseguendo verso est si trova il capoluogo, che si sviluppa nel punto in cui la valle dell'Irno sfocia verso il mare, fra le propaggini dei monti Lattari e dei monti Picentini.

Proseguendo verso sud-est troviamo la grande piana del Sele o di Paestum, fino al Novecento terra malsana e paludosa, oggi zona ad elevata produttività agricola e di forte richiamo turistico. A nord della piana c'è la zona collinare e poi montuosa dell'Alto e Medio Sele che collega la provincia al territorio dell'Irpinia.
Infine, a sud, oltre il Sele, le vaste aree del Cilento e del vallo di Diano, territori prevalentemente montuosi e verdeggianti di difficile accessibilità, a lungo rimasti isolati dai principali flussi di traffico, ma di grande fascino paesaggistico tanto da essere dichiarato parco nazionale e patrimonio UNESCO.

La città di Salerno
 Negli ultimi anni è stata protagonista di un rilancio urbano che l'ha valorizzata e ne ha rafforzato l’identità.
Ha origini antichissime, suo momento d’oro il Medioevo. Capitale del ducato di Roberto il Guiscardo e sede della rinomata Scuola Medica Salernitana. Ne è testimonianza lo splendido quartiere medievale che conserva la struttura urbanistica e l’affascinante atmosfera dell’epoca. L’area si articola in un percorso che va dall’acquedotto al Castello di Arechi, avvolgendosi in strade e stradine che coprono tutto il centro storico fino a Piazza del Campo dove zampilla la Fontanella dei Delfini. Via dei Mercanti, Via delle Botteghe Medievali e il Giardino della Minerva tra i luoghi più noti e frequentati. Il complesso di Santa Sofia, Palazzo Pinto, la Villa Comunale, il Teatro Verdi, il Palazzo di Città, alcune delle architetture di rilievo che si incontrano a Salerno, testimonianze di epoche diverse che hanno contribuito ad uno sviluppo armonico della città. Fiore all’occhiello il Lungomare pedonale che costeggia tutta città e offre una completa visuale del litorale.
Grande fermento artistico e culturale e una sempre più nota movida serale la caratterizzano.