Ischia

Ischia è l’isola piu' grande del Golfo di Napoli e che si sviluppa su un territorio di 46 chilometri quadrati.
La costa, che si estende per oltre 35 Km, è divisa in due zone:
a nord troviamo la parte più abitata, che è articolata su colline verdeggianti:
al sud invece il territorio è molto più selvaggio e si riscontra la presenza di scogliere, zone montuose e insenature.

Conta oltre 17.300 abitanti, è la città più importante dell'isola omonima.
Si divide in una parte più antica, chiamata Ischia Ponte e una parte moderna chiamata Ischia Porto.

Nel V secolo troviamo il primo insediamento di un castello su di uno scoglio che si sviluppo fino a divenire una piccola città fortificata.
La moderna Ischia, ovvero Ischia Porto, iniziò a svilupparsi nel XVIII secolo, ma il suo boom economico arrivò solo nel XX secolo.
Il porto ha origine in un lago che Ferdinando II fece aprire un canale che lo collegasse al mare.
Meta di un esclusivo turismo balneare e termale, la sera è un punto di ritrovo molto frequentato grazie alla presenza di numerosi bar, ristoranti e negozi.

I centri principali dell’isola sono:
Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana- Sant'Angelo e Barano-Spiaggia dei Maronti.

Il comune di Ischia
Il Comune di Ischia (ha lo stesso nome dell'intera isola) è diviso in due frazioni, distanti fra loro poco più di 1 km: Ischia Porto (dove si trova il porto) ed Ischia Ponte, che prese il nome dal ponte di legno che, fino al settecento, collegava il castello Aragonese con il borgo; in seguito fu costruito in muratura.
E' il Comune con maggiore popolazione, numerosi alberghi di ogni categoria ed un intenso movimento turistico.
Possiede uno shopping center tra i più attraenti, che si estende tra la famosa via Roma ed il Corso Vittoria Colonna.
Ovviamente il divertimento e le più svariate attrazioni non mancano: basti pensare, tra l'altro, alla scintillante "rive droite" (riva destra del porto) con night-clubs, piano-bar, discoteche, taverne folcloristiche, enoteche, ristoranti tipici, negozi con artigianato locale, boutique.

Il PALAZZO REALE - Edificato da don Francesco Buonocore protomedico e regalato al Re Ferdinando I° di Borbone nel 1756 come residenza estiva dei Borboni, sede dello stabilimento termale militare dal 1876. Il caratteristico villaggio dei pescatori della Mandra; il borgo antico di Ischia Ponte con la sede vescovile, la Cattedrale (pianta originale del XIII sec. con Cristo ligneo coevo), la Chiesa dello Spirito Santo (XVI sec.), il Palazzo dell'Orologio, gli ateliers dei pittori.

L'imponente Castello Aragonese, vetusto maniero che custodisce interessanti testimonianze storico-artistiche. Il Lido di Ischia, spiaggia ampia e sabbiosa che si estende praticamente ininterrotta dal Porto al Ponte. Torre di Michelangelo e "Giardini Eden". Piccolo e grazioso parco termale, situato a mare, dietro il castello Aragonese, raggiungibile sia via terra che via mare da Ischia Ponte. Nelle vicinanze, polle di acqua termali
sgorganti dal mare, sulla batigia, formano delle vasche naturali nella "Baia di Cartaromana". Non lontano, la stupenda insenatura di San Pancrazio, con la grotta del Mago e spiaggia sabbiosa. Cartaromana e S. Pancrazio sono raggiungibili sia via terra che via mare con barche taxi. Dall'altro lato del Comune, la collina di San Pietro dominante il Porto; la spiaggia degli Inglesi, anch'essa raggiungibile via mare e via terra, attraverso la panoramica collinetta di Sant'Alessandro, con l'omonima chiesetta (sec. XIV). Nelle vicinanze, sorgenti d'acqua calda nel mare (Baia di Cafiero). Numerose le passeggiate ecologiche, nelle verdeggianti pinete e parchi pubblici, alla scoperta dei villaggi rurali di S. Michele, S. Antuono e Campagnano ed inoltre, Piano Liquori, alla ricerca del verde. La collina del Montagnone anch'essa con pineta e la tipica macchia mediterranea.

Le Pinete di Ischia Le lave delle numerose eruzioni che hanno afflitto l’isola raggiunsero, praticamente, quasi il mare; e, nel 1854 Ferdinando II affidò l’incarico del loro rimboschimento al botanico di corte, Giovanni Gussone, docente universitario e direttore dell’Orto Botanico di Napoli, il quale impiegò, per tale operazione, i pini marittimi, la cui essenza, particolarmente indicata per quel suolo vulcanico, così impervio, ha tanto ben attecchito, che le pinete d’Ischia Porto ( celebri la Villari e la Nenzi Bozzi ) costituiscono, soprattutto nei mesi estivi, un consistente polmone di verde per far fronte all’incremento stagionale del tasso di inquinamento atmosferico.


Il comune di Casamicciola
Casamicciola Terme è stata la prima località a svilupparsi turisticamente, già nel secolo scorso, grazie all'abbondanza delle sorgenti termali ed alle loro proprietà terapeutiche, conosciute sin dall'antichità. Luogo di soggiorno di personaggi famosi tra i quali: Giuseppe Garibaldi per curarsi le ferite dell' Aspromonte giunse a Casamicciola per trovare giovamento dalle cure termali. Alfonso de Lamartine famoso poeta francese che vi scrisse il romanzo Graziella. Henrick Ibsen il drammaturgo norvegese che, ispirandosi alla bellezza dei luoghi, scrisse il dramma "Peer Gynt". Ernest Renan famoso storico della religione francese.

Punti interessanti: La Fabbrica di Terrecotte e Ceramiche Fratelli Mennella che continuano l'arte vasaia importata dai Greci. L' Osservatorio Geofisico situato sulla Collina della Sentinella, costruito dopo il TERREMOTO che il 28 luglio 1883 distrusse completamente Casamicciola.
Il Museo della Bellavista (ex Hotel Napoleon) dove è possibile ammirare  un'esposizione permanente di antiche stampe e foto quali testimonianze della storia e della cultura del paese.
Il Bosco della Maddalena ed il Monte Rotaro (uno dei vulcani spenti dell'isola). Una salutare e piacevole passeggiata che spinge fino ad un incantevole paesaggio sui comuni di Ischia e Casamicciola.
Infine le colline della Sentinella e del Maio, da cui si dipartono numerosi sentieri per il Monte Epomeo.
- Piazza Marina: É la piazza principale del paese da dove comincia il centro commerciale e continua lungo il litorale adiacente al porto.
- Piazza dei bagni del Gurgitello, Giulio Jasolino , uno dei più famosi medici napoletani del XVI secolo tenuto in gran conto alla corte reale, nel 1588 dette alle stampe un libro "De rimedi naturali che sono nell'isola di Pithecusa hoggi detta Ischia" sulle miracolose acque naturali che aveva scoperto nell'isola d'Ischia tra le quali decantava le proprietà curative della sorgente del Gurgitello. Proprio su questa sorgente nacque la fama di Casamicciola e della Piazza dei Bagni del Gurgitello dove alcuni nobili e ricchi napoletani nel 1604 aprirono uno stabilimento termale per i poveri denominato Pio Monte della Misericordia che serviva però anche i ricchi aristocratici.
La fama internazionale delle sorgenti termali fu dovuta anche grazie anche ad un medico svizzero Jacques Etienne Chevalley de Rivaz che oltre a creare una clinica termale sulla collina della Sentinella scrisse una guida "delle acque e delle strufe" che contribuì ad attirare turisti da tutta l'Europa.
Una leggenda che viene tramandata da secoli e che viene raffigurata nel simbolo del Comune di Casamicciola, raccontata di una donna chiamata Nizzola, che inferma per i malanni che aveva alle gambe, riprese a camminare dopo  aver ripetutamente immerso le proprie gambe alla sorgente delle acque termali del Gurgitiello.

Il comune di Forio d'Ischia
Il Comune di Forio d'Ischia è il più esteso dell'isola ha subito nei secoli diverse invasioni da parte dei Saraceni, di cui conserva marcati segni nella piacevole architettura locale. Negli anni cinquanta molti artisti di tutto il mondo si davano appuntamento in questo Comune, attratti dalla bellezza dei luoghi e dalla cordialità dei residenti.
Lungo la costa sorgono molte torri di avvistamento e difesa, la più famosa di queste è il "Torrione" Il centro storico esercita un fascino particolare con i suoi tanti palazzi nobiliari, le tipiche viuzze, gli "ateliers" dei pittori locali, le minuscole botteghe artigiane di ceramiche, le chiese ricche di storia e di arte.
Oltre a ciò, si può ammirare uno shopping center che induce mille tentazioni con le sue sfavillanti vetrine.
Da non dimenticare le 28 chiese e le torri di avvistamento, ancora oggi è possibile rilevarne 12.

Altri punti interessanti da Visitare:
- Chiesa del Soccorso
- Chiostro di San Francesco
- Villa La Colombaia (del regista Luchino Visconti)
- Parco Termale POSEIDON
- Giardini La Mortella
- Chiesa di Santa Maria al Monte

Tradizioni Forio, e in particolare la frazione di Panza, ha conservato in maniera più radicata le antiche tradizioni che si riflettono specialmente nell'uso della lingua che risente delle influenze di millenarie civiltà.
Molte parole, difatti, risentono dell'origine greca, siracusana, osca (dal primitivo popolo che abitava la Campania). Più evidente è l'influenza sul dialetto parlato dai vecchi contadini della lingua aragonese, spagnola e siciliana. Ancora oggi è in voga l'uso della e attica al posto della a dorica per cui parole come mangiato, peccato, lavato, ecc., si dicono mangiéto, pecchete, lavéto.

Il comune di Lacco Ameno
Lacco Ameno è il più piccolo tra i comuni dell'isola d'Ischia, ma non meno interessante, caratterizzato da uno scoglio in mezzo al mare dalla forma di un "Fungo", un bellissimo esempio dell'erosione eolica e marina. Prima colonia greca dell'occidente (VIII sec. a. C.), conserva la Necropoli di San Montano, nell'incantevole baia omonima. Vi sono gli alberghi in dell'isola. Meta di molti personaggi famosi del mondo dello spettacolo, stampa, atleti,....

Punti interessanti:
Chiesa di S. Restituta (prima costruzione del IV sec. a.C.) santa protettrice del paese dell'isola, con annesso museo e tre strati di scavi risalenti all'epoca della magna grecia, romana e paleocristiana. Museo Archeologico "Pithaecusa" (Villa Arbusto), la villa fu realizzata da Carlo d'Acquaviva nel 1785 nel luogo dove sorgeva un insediamento risalente all'età del bronzo. La Torre Aragonese, costruita nel XV secolo da Alfonso d'Aragona come torre d'avvistamento delle navi saracene.
Passeggiate piacevoli e panoramiche a Monte Vico (antico sito dell'Acropoli) ed alle collinette del Fango e Mezzavia.
Il complesso termale-alberghiero fondato dal cav. Angelo Rizzoli, della Regina Isabella e Royal Sporting.
Il parco termale Negombo, con spiaggia, nella Baia di S. Montamo. Famosi gli studi sulla radioattività delle locali acque termali condotte dal premio Nobel Marie Curie.

Il comune di Serrara Fontana    
Serrara fontana è il più alto comune dell'isola che maggiormente ha conservato l'architettura originaria ed il ritmo di vita legato alla secolare civiltà contadina. E' bello girovagare tra queste fresche colline, boschi, vigneti e frutteti, i cellai scavati nella roccia tufacea, dove il tempo sembra essersi fermato; si possono riscoprire antiche tradizioni, suoni, sapori, sensazioni ed emozioni dimenticate.
Punti interessanti
Possiede in "comproprietà" con Barano la più grande spiaggia sabbiosa dell'isola, denominata "Maronti", con le antiche terme romane di Cavascura e le sabbie calde.
Conosciutissima escursione a dorso di mulo al Monte Epomeo, gigante mitologico e leggendario che domina l'isola e l'intero Golfo di Napoli: lo spettacolare panorama che solo da qui si gode è incomparabile per varietà e bellezza. Da visitare anche la chiesa e l'eremo di S. Nicola.
Esiste una grossa concentrazione di bellezze naturali lungo la costa di Serrara Fontana: Sant'Angelo, Cava Grado, i Maronti, le Fumarole, la Sorgente di Cavascura ed i bagni termali. La piazzetta di Serrara, da cui si gode un panorama bellissimo.
Nella stessa piazzetta c'è la chiesa parrocchiale e l'ex palazzo municipale.

Passeggiate ecologiche
- alla Falanga (abitazioni rupestri);
- i Frassitelli (si può incontrare l'ultimo pastore di Ischia col suo gregge di pecore);
- la "Pietra dell'Acqua", i paesini rurali di Calimera, Fontana e Serrara. Sant'Angelo è' una frazione del comune di Serrara Fontana, villaggio di pescatori con un fascino speciale ed un'atmosfera fiabesca.

Chiuso al traffico automobilistico, è un borgo marinaro, perfettamente conservato.
Aperto, di contro, con discrezione ed intelligenza ad un turismo internazionale che ne sa apprezzare la sua unicità. Giardini Termali di Apollon, Aphrodite e Tropical, con svariate piscine e vegetazione tropicale.

Il comune di Barano d'Ischia
 Il comune di Barano d'Ischia è un altro comune di collina che conserva originali caratteristiche rurali.
L'ingresso in questo comune è segnato dall'antico acquedotto chiamato dei Pilastri (1470).
Da segnalare la Torre dei Saraceni a Testaccio.; i mulini a vento di Montebarano; i portoni messi all'ingresso di alcune tenute di notabili del passato; le centinaia di cantine scavate nel tufo (per conservare i vini); le fosse della neve (per conservare il ghiaccio per l'estate).
Le case a carusiello da cui trae origine la danza 'U P'NTON. La pineta di Fiaiano da dove è possibile ammirare la cartolina del golfo di Napoli.
Punti interessanti: La spiaggia dei Maronti, come il resto dell'isola, possiede moderni complessi alberghieri, ben attrezzati e con tutti i conforts. Il parco termale Olympus.

Escursioni ecologiche
-  Fiaiano (lussureggiante pineta);
- collina del Cretaio (chiesetta omonima del XVIII sec.);
- alle sorgenti di Buceto;
- alla collina dello Schiappone (chiesa Madonna di Montevergine sec. XVII);
- ai villaggi di Testaccio, Buonopane (antico ballo folkloristico della "Mascharata" e fonti di Nitrodi) e Piedimonte.

Da vedere la piazzetta di Barano, che è il cuore di tutte le attività.
Proprio lì vi sono due chiese: San Sebastiano e San Rocco.
Su di un lato della piazza si scorgono i palazzi del 1700 1800.
La chiesa di San Giovanni Battista una delle più antiche dell'isola (1400) con una tela risalente alla scuola di Caravaggio.
La sorgente di Nitrodi, antica fonte conosciuta sin dai romani come rilevano alcune tavole custodite nel Museo Nazionale di Napoli. L'acqua delle Sorgenti di Nitrodi e dell' Olmitello sono classificate come medio-minerali (bicarbonato-solfato a alcalino-terrosa) e ipotermale. Tra i principali componenti: sodio, calcio, potassio, cloro, zolfo, carbonio. Le proprietà terapeutiche: Favorisce e regola la diuresi. Migliora la capacità funzionale del rene. Ha spiccate proprietà antiuriche. E' efficace nelle artropatie uratiche. Risolve e migliora gastriti e gastroduedeniti, riduce l'ipercloridia e aumenta l'ipocloridia. E' ottimo coadiuvante nelle ulcere gastroduedenali. Possiede qualità trofo-cicatrizzanti a livello cutaneo-mucoso. Guarisce ulcere da varici, piaghe, fistole, foruncoli, etc... . Rende la pella sana, pura, liscia, luminosa.

Etimologia del nome Barano: Barano fu detta Borano e Varrano. Secondo lo Ziccardi significa "contra moerorem" il che significa "luogo delizioso", ovvero "balneum". Per il Baldino da Barano o da Varano, secondo la fonetica popolare, significa "podere di Vario".

PARCHI TERMALI
PARCO TERMALE CASTIGLIONE - Ischia
Situato in una verdeggiante conca naturale che degrada verso il mare e circondato da una vasta macchia di vegetazione mediterranea che crea una gradevole atmosfera di quiete e tranquillità il Parco Termale Castiglione dispone di dieci piscine di cui otto termali, alimentate dalla vicina sorgente, con una gradazione dell'acqua che va da 30° C a 40°C.
Il Parco dispone anche di piscine Kneipp, sauna naturale, idromassaggi ed un reparto per cure termali dove è possibile praticare fangobalneoterapia, cure inalatorie e massoterapia con l'assistenza di terapisti qualificati e medici specialisti.
Le aiuole fiorite e i pini d'alto fusto che circondano il parco termale, creano un'ideale atmosfera di tranquillità.
Nel Parco Termale del Castiglione sono messe a disposizione di 10 piscine di cui 8 termali con una gradazione dell'acqua, continuamente filtrata dai moderni impianti automatici, che va dai 30° - 40° C, oltre alla piscina olimpica (mt. 25 x mt. 14) alimentata da acqua di mare e di una spiaggia privata.
L'ingresso al Parco Termale Castiglione comprende: Bagni Termali in piscina, spogiatoio, sauna, sdraio, ombrellone, discesa a mare, idromassaggi, funicolare.

PARCO TERMALE NEGOMBO - Lacco Ameno
Il Negombo è un parco idrotermale adagiato nella baia di San Montano, l’insenatura più suggestiva dell’ Isola d’Ischia. Il parco è immerso in un’area verde di oltre 9 ettari. È un luogo di benessere caratterizzato da un’atmosfera serena ed amichevole e frequentato da un turismo orientato ai valori emergenti della salute e della bellezza.
L’esperienza delle terme è una via di fuoco e di potenti acque curative e rilassanti, generate da fenomeni naturali: è un luogo magico, fatto di salute e mistero, una vita sotterranea ed antica a cui il Negombo attinge da sempre per il benessere naturale. L’ambiente termale è, infatti, fin dall’antichità considerato idoneo al trattamento del corpo per le sue proprietà fisiche e chimiche.
Grazie alla sua origine vulcanica l'isola d'Ischia ha un patrimonio idrotermale tra i più ricchi e interessanti del mondo, che conta 67 fumarole, 29 bacini e 103 sorgenti idrotermali.
Il Negombo è stato concepito per combinare piacevolmente le straordinarie proprietà terapeutiche delle acque termali con un soggiorno divertente e salutare. Elioterapia, massaggi, aerosol, inalazioni, piscine termali dotate di getti per idromassaggi; insomma tutto per rigenerare e regalare benessere, senza dimenticare che le acque termali possono essere efficaci in numerose affezioni dell'apparato osteo-articolare.

PARCO TERMALE GIARDINI DI POSEIDON - FORIO
Il Parco termale dei Giardini Poseidon, si trova a Forio nella suggestiva baia di Citara. Il parco è il più grande dell'isola e dispone di 20 piscine termali curative, tre delle quali in una grande serra coperta, ognuna con una propria temperatura costante da 16 a 40 grandi centrigradi. Le sorgenti sono ipertermali, fortemente mineralizzate, di tipo salso-bromo-iodiche e salso-solfato-alcaline. Data l'abbondanza, l'acqua viene costantemente rinnovata. L'ambiente è ecologicamente intatto, un'oasi di pace in 50.000 metri quadrati di giardini con piante e fiori di ogni tipo, un autentico "paradiso" termale in riva al mare! Le indicazioni per le cure sono tantissime: reumatismi, artriti croniche, fibrositi, lussazioni, flebiti, affezioni ginecologiche, perivesciti post-operatorie, catarri cronici, sinusopatie, disturbi circolatori, obesità. E inoltre massaggi di diversi tipi, fisioterapia, inalazioni, cure estetiche e di bellezza, sauna, massaggi subacquei, massaggio giapponese, gruppi Kneipp. A completamento, una grande spiaggia attrezzata con sdraio, lettini prendisole e ombrelloni, boutique e ristoranti vari, uno dei quali ubicato in una bellissima grotta di tufo locale. Le piscine sono state costruite tutte secondo i più moderni dettami della medicina e della tecnica. Nel grandioso parco termale Giardini Poseidon l'assorbimento degli elementi salini avviene sia direttamente durante i bagni, a livello cutaneo, sia per assorbimento dei microcristalli che, una volta evaporata l'acqua, restano a ricoprire il corpo. Le particolari condizioni climatiche ed ambientali, con l'effetto delle pratiche elio-marine, completano i vantaggi terapeutici termali, formando un cocktail formidabile.

PARCO TERMALE O'VAGNITIELLO - Casamicciola Terme
Il Parco Termale O'Vagnitiello si trova a Casamicciola, poco distante da un altro parco, il Castiglione, e deve il suo nome alla fonte del Bagnitiello, sorgente presente nella zona.
Lo stabilimento, anche se non molto grande, ha comunque tre piscine termali ed anche una sauna. In un bellissimo scenario dove rocce e vegetazione si fondono, ci sono delle terrazze dove è possibile prendere il sole e la capienza in totale è circa 250 posti. Naturalmente è possibile fare anche il bagno a mare, nelle limpide acque della baia... e c'è anche una spiaggia anche se non molto grande. Tra i servizi vi segnaliamo la possibilità di fare dei massaggi o anche dei trattamenti estetici, ed il ristorante dove sia di giorno che la sera, è possibile mangiare direttamente sul mare. Vi è infine, la disponibilità di alcune camere per chi desidera pernottare.

PARCO TERMALE TROPICAL - Sant'Angelo
Il Parco Termale Tropical è situato all'ingresso del famoso villaggio di pescatori Sant'Angelo d'Ischia, la parte più esclusiva ed incontaminata dell'isola a pochi passi dalla fermata dei bus di linea e dalla baia di Cava Grado. La posizione unica, rialzata su una collina a picco sul mare, offre un panorama incomparabile di S.Angelo e della famosa "Torre".
Il Tropical dispone di oltre alle 10 piscine; nel centro di benessere sotto controllo medico è possibile sottoporsi a numerose cure e trattamenti. Fisioterapia, massaggi, cure inalatorie, fango, trattamenti di bellezza, trattamenti antistress: affidatevi alle cure del personale altamente specializzato per stabilire un programma personalizzato di trattamenti adatti alle vostre esigenze.
Il nostro centro è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale (ASL) per fangoterapie e cure inalatorie.
Il Tropical offre numerose piscine termali di varie temperature che vanno dai 18 ai 40 C con acqua batteriologicamente pura, naturale, radioattiva e limpida.
L'ingresso comprende 10 piscine, piscina di acqua di mare, cascate, piscina idromassaggio, percorso vascolare, sauna, grotte romane, lettini, ed ombrelloni. Tutti i giorni (tranne la domenica) acqua gym alle ore 11 compresa nel prezzo d'ingresso. Bus gratuito con pulmino privato del Tropical dalla strada provinciale (parcheggio) fino alle piscine.
Aperto dal 2 Aprile fino a novembre dalle 8.30 alle 18.00

PARCO APHRODITE APOLLON - Sant'Angelo
L'isola d'Ischia gode da sempre, per la qualità del suo clima e le proprietà delle sue fonti di acqua termale, della fama di ridare salute e benessere agli ospiti di tutto il mondo. Da noi la qualità dell'ospitalità è garantita da servizi attenti e premurosi che si ritrovano in ogni ambiente di quest'oasi di serenità dove l'ospite è al centro delle attenzioni: dal punto Snack, al Bar-Ristorante con una splendida terrazza sul mare, dal reparto Termale con una originale Sauna in Grotta Naturale al Beauty-Center, incastonato tra amene e panoramiche terrazze di questo paradiso. La scoperta graduale di scenari, panorami, angoli suggestivi, terrazzamenti degradanti verso il mare, una cornice di fiori costellata di piscine, trasforma in reale piacere i profumi ed i sapori di S.Angelo d'Ischia. E… per i più piccoli, una piscina ed un angolo giochi ideale per il loro divertimento. Ma la chicca più preziosa è la spiaggia privata, attrezzata con angolo fitness e beach-volley e raggiungibile a piedi con una piacevolissima passeggiata (10 min.) o via mare con il comodo servizio di Taxi-Boat dal caratteristico porticciolo di S.Angelo (5 min.).

LE SPIAGGE
L'isola d'Ischia è circondata quasi senza soluzione di continuità da spiagge e aree balneabili di varia natura: l'ospite che vuole godere dei benefici del mare e del sole non ha che l'imbarazzo della scelta. Tuttavia non possiamo fare a meno di citare alcune località che hanno nel tempo acquistato fama e che si distinguono per bellezza o particolarità.

La spiaggia dei Maronti, è la spiaggia più grande dell'isola, costituita da una lunga striscia di sabbia racchiusa tra Capo Grosso e dal borgo di S. Angelo, a sua volta, ospita una caratteristica spiaggetta che con una lunga striscia di sabbia tra mare e mare unisce all'isola lo scoglio tondeggiante.
Il comune di Forio si protende sul mare tra due spiagge, quella di Citara, rinomata per la bellezza e per le sue virtu' terapeutiche, e quella di San Francesco.
La baia di San Montano, tra Forio e Lacco Ameno, ha caratteristiche particolari: raccolta e ben protetta dai venti offre un'acqua limpida e mediamente piu' calda della media, con fondali estesi e sicuri.
La spiaggia di Lacco Ameno ha visto sorgere negli anni '60 le piu' moderne attrezzature che si possano desiderare per una stazione balneare, con i suoi lussuosi alberghi sulla riva del mare.
Due spiagge appartate e suggestive, spesso gradite ai turisti, sono le spiagge di Cafiero (o "degli Inglesi") e del "Bagnitiello", a Casamicciola.
Ischia Porto offre i suoi lidi confortevoli ed animati, la spiaggia "dei pescatori", e la bellissima spiaggia di Cartaromana, che affaccia sulla baia che ospita anche il famoso Castello Aragonese.
Ricordiamo anche la caratteristica baia di Sorgeto, dove la bellezza del paesaggio e la fonte di acqua termale fa dimenticare i grossi ciottoli che sostituiscono la sabbia.
Oltre a quelle citate ci piace menzionare anche San Pancrazio e la "Scarrupata", raggiungibili solo dal mare e per questo affollate da barche e yacht.
- Suorangela:   Situata sul lungomare che dal porto va verso Lacco.
- Bagnitielli:   Piccola spiaggia sabbiosa con sorgenti termali.
 La vecchia strada Un tempo l'unica strada percorribile per raggiungere Casamicciola era quella costruita nel 1788 dai Borboni; essa è ancora in uso (inizia nei pressi della Chiesa di Portosalvo ad Ischia Porto) ed ha nome "via Quercia", o "via Cercola", perche' una grande quercia segnava il confine tra il comune di Ischia e quello di Casamicciola.


Quanto è grande l'isola di Ischia?
L'isola di Ischia ha una circonferenza di circa 39 km, una superfice di circa 47 kmq, ed una popolazione residente che si aggira attorno alle 50.000 unità.

Qual'è il clima di Ischia?
Il clima dell'isola d'Ischia è temperato, prettamente mediterraneo, tendente al caldo asciutto.

Quanti comuni ci sono sull'isola d'Ischia?
Ischia è la piu' vasta delle isole del golfo di Napoli, ed è suddivisa in 6 comuni, e conta su una popolazione stabile di circa 60.000 abitanti che in estate diventano il triplo.

Cosa è il 'Monte Epomeo'?
Il Monte Epomeo è la cima più alta dell'isola d'Ischia e raggiunge i 789 metri.

Quanto tempo dura la traversata da Napoli o Pozzuoli a Ischia?
Se si prende il traghetto da Napoli, la durata del viaggio è di circa 1 ora e 20 minuti, mentre dal porto di Pozzuoli e di circa 1 ora.
Nel caso in cui si volesse prendere un mezzo veloce è consigliabile prendere l'aliscafo. Ci si può imbarcare dal Molo Beverello (durata del viaggio circa 45 minuti) o da Mergellina (circa 40 minuti)

Quanti alberghi ci sono ad Ischia?
Sull'isola d'Ischia si contano oltre 400 strutture ricettive tra piccole, medie e grandi, che si suddividono in: Hotel, Residence e Pensioni.

Posso effettuare cure termali a Ischia?
Naturalmente! L'Isola d'Ischia è una fra le più importanti stazione di cure termali d'Italia. Ad Ischia (tra alberghi e stabilimenti) sono moltissimi i centri presso i quali si possono effettuare cure termali. Molti alberghie hotel di Ischia, anche se non dotati di terme proprie, stipulano accordi con centri termali vicini, grazie ai quali sono in grado di offrire trattamenti a prezzi vantaggiosi. Molti, inoltre, sono i centri convenzionati con il sistema sanitario nazionale.

Posso portare la mia auto ad Ischia?
Attualmente non esistono limitazioni all'uso della propria auto sull'isola d'Ischia, se non per i residenti in Campania, per i quali esiste un divieto di sbarco e circolazione nel periodo estivo.

Quante spiagge ci sono ad Ischia?
Le spiagge ad Ischia ne sono molte. Oltre a quelle facilmente raggiungibili a piedi, ce ne sono molte altre a cui si può accedere praticamente solo via mare. Tra le più famose (e frequentate) spiagge di Ischia possiamo citare: i Maronti, Citara, il lido di Ischia porto, San Francesco, San Montano, Cartaromana.

Ci sono traghetti che viaggiano di notte?
La frequenza ed il numero delle corse dei traghetti e degli aliscafi che collegano Ischia alla terraferma (Napoli) varia a seconda della stagionalità. In ogni caso nelle ore notturne NON vi sono mezzi di trasporto pubblico che permettano di raggiungere (o lasciare) l'isola d'Ischia.

Quanti porti ci sono a Ischia?
Sull'isola d'Ischia ci sono due porti principali quello di Ischia e quello di Casamicciola a cui si aggiungono quelli di Forio (raggiunto anche da alcune corse di aliscafi), Lacco Ameno e Sant'Angelo, adibiti principalmente all'accoglienza di imbarcazioni da diporto.

Perchè Ischia è denominata "Isola verde"?
Vi sono due 'correnti di pensiero'. La prima vuole che questo soprannome sia stato assegnato all'isola dai primi visitatori, incantati dalla quantità di vegetazione che ricopriva l'isola. Piuù probabilmente l'origine del nome 'isola verde' è da ricercarsi nell'abbondante quantità di tufo verde presente, caratteristica peculiare di questa zona.

Cosa è il castello aragonese di Ischia?
Il castello Aragonese di Ischia è uno dei più antichi castelli d'Italia. In antichità era la vera e propria isola d'Ischia, poi successivamente, nel XV secolo d.C. fu unito alla grande Isola tramite un un ponte. In antichità per poter accedere al castello si utilizzava una scala esterna che ancora oggi e' possibile visualizzarla in modo alquanto rude dal lato di vivara. Oggi, è possibile raggiungere la cima sia con una scala interna che con un ascensore. In totale il castello aragonese è alto ben 115 metri. Tutti i giorni è possibile visitare il Castello Aragonese di Ischia a partire dalle 9.00 fino alla sera quando il tramonto inizia a calare.


Le numerose spiagge:
- Spiaggia di S.Francesco di Paola, ampia e sabbiosa, con l'omonima chiesa;
- Spiaggia della Chiaia a 200 mt. dal centro;
- Cava dell'isola, nascosta, intima e suggestiva;
- Citara con il famoso parco termale dei Giardini Poseidon;
- La baia di Sorgeto con vasche naturali con acqua calda nel mare, tra gli scogli vulcanici.
Museo della civiltà contadina presso lo stabilimento enologico "D'Ambra vini" di Panza.
Caretteristica unica sono le case scavate nelle pietre di tufo.
Passegiate sul lungomare panoramiche da Forio, punta Soccorso, alla Baia di Citara; al promontorio di Zaro(dove abbonda la macchia mediterranea); alle colline di S:Maria al Monte, Frassitelli; Punta Imperatore.